Mal d’autunno? Ecco i cibi per prevenirlo

Nonostante le temperature ancora sopra la media che ci lasciano in una sorta di tarda estate perenne, l’autunno è ormai arrivato e i primi freddi, così come il calo delle giornate sono alle porte. Questi fattori possono condurci a risentire di una diminuzione del buon umore, impedendoci di affrontare al meglio le nostre giornate. In questo modo lavoro, attività sportive e relazioni con amici e famiglia potrebbero risentirne negativamente. Come reagire a tutto questo mantenendo il giusto equilibrio nella nostra vita? Semplicemente con una dieta adatta al cambio stagionale.

 

I cibi che aiutano a prevenire il mal d’autunno

 

Cibo e umore sono più connessi tra loro di quanto si pensi. L’abbassamento della luminosità, infatti, determina una minore presenza della serotonina (l’ormone della serenità), che si attiva proprio con il favore dei caldi raggi solari. Ecco allora che dove la natura viene a mancare è il cibo a supplire con funzioni decisive. Tra gli alimenti più utili a riequilibrare il nostro stato psico-fisico compromesso dall’autunno vi sono quelli ricchi di vitamina B. In particolare è la vitamina B12 ad assumere un ruolo chiave, grazie alla sua funzione energizzante; yogurt, formaggi di stagione e latte sono tra gli alimenti che ne sono più ricchi. Per mantenere attiva la memoria sarà invece essenziale l’assunzione del triptofano, capace di sostituire la serotonina nelle sue funzioni, e assumibile attraverso il cibo più amato da noi italiani, la pasta.

Insieme a questi alimenti è la vitamina C a farla da padrona, perché antiossidante e utile a prevenire le infezioni. Presente nelle poco amate verdure (in particolare dai bambini), è in realtà l’arma cardine per mantenersi in salute durante i periodi freddi che caratterizzano le due stagioni centrali dell’anno. Cavoli, peperoni, broccoli, spinaci e agrumi ne contengono in grande quantità. (Qui maggiori dettagli sull’assunzione della vitamia C)

Completa il cerchio la vitamina E. Liposolubile e già ampiamente presente nel nostro fegato, che la rilascia con regolarità in modo autonomo, non necessita di grandi assunzioni. In ogni caso quest’ultima è presente nei semi oleosi, come noci, mandorle e pinoli, che aiutano ad energizzare il corpo durante fasi di stress lavorativo e sportivo e sono semplicissimi da assumere.

I nostri consigli

Per reagire al meglio agli effetti negativi dell’autunno consigliamo di assumere queste tre vitamine con regolarità ed equilibrio, senza eccessi. Per coloro che non amano le verdure, magari proprio per la loro consistenza o l’odore che assumono in cottura, consigliamo di prepararvi un bel centrifugato di vitamina C che renderà piacevole l’assunzione di alcune verdure poco amate. Prima dell’attività sportiva risulterà un alleato vincente per favorire migliori prestazioni.

 

Per approfondire questo tema leggi l’articolo qui: https://bit.ly/2yv9nPx

Facebook
Twitter
LINKEDIN