Come migliorare la memoria in 10 minuti

Migliorare il rendimento della nostra memoria è possibile e sono sufficienti solo 10 minuti di attività fisica  al giorno. Questo è quanto ci conferma uno studio scientifico condotto dall’Università della California di Irvine, in collaborazione con l’università giapponese di Tsukuba.

Pochi esercizi per migliorare la memoria

Che sia il tanto amato yoga, l’ancora poco diffuso tai chi o altri sport più convenzionali alla nostra cultura, bastano solo 10 minuti di  attività fisica per stimolare un processo che migliora le prestazioni del nostro cervello in campo mnemonico. Questo è quanto ci conferma un gruppo di studio dell’ Università della California ad Irvin, che in collaborazione con scienziati dell’Università di Tsukuba hanno condotto un importante esperimento in campo neurocognitivo.

Lo studio ha visto 20 volontari di giovane età e in buona salute svolgere 10 minuti di esercizi fisici, ai quali è poi seguito un test di valutazione sulla loro memoria. Dai risultati emersi i ricercatori hanno notato come le prestazioni dei singoli soggetti fossero migliorate. Essi, infatti, riuscivano a distinguere con maggiore lucidità oggetti simili tra loro. A questo test ne è seguito un secondo, con 16 volontari, ma stavolta attraverso l’utilizzo di una macchina da risonanza, utile per studiare il cervello prima e dopo l’attività. Ciò ha evidenziato un deciso miglioramento della connessione tra ippocampo e corteccia cerebrale. Una scoperta essenziale, in particolare per l’eventuale approccio sugli anziani, maggiormente soggetti a cali di memoria proprio sulla zone dell’ippocampo.

I nostri consigli su come vivere meglio

Come testimoniato da questo studio, svolgere attività fisica con costanza e regolarità è essenziale per il nostro equilibrio giornaliero. Gli intensi carichi di lavoro, in certi casi possono provocare stanchezza e spossatezza, due condizioni che incidono negativamente sulla memoria. Ecco perché vi consigliamo di dedicare 10 minuti al giorno interamente alla vostra attività fisica. Svolgere moto con costanza, che si tratti di stretching, yoga, corsa o altre attività, vi aiuterà nel riposo notturno e quindi nell’approccio lavorativo alla giornata successiva.

Perché come dicevano i latini: “Mens sana in corpore sano”.

Per approfondire questo tema leggi l’articolo di Repubblica.it

Facebook
Twitter
LINKEDIN